Marco Rustichelli

Home

 

Preparare gli atleti alla competizione è impresa difficile, che riesce solo quando vi è piena fiducia e intesa tra atleta e allenatore.
Il preparatore atletico non è un semplice allenatore individuale, ma un atleta egli stesso, un punto di riferimento costante, un professionista che non si improvvisa ma che si forma con anni di lavoro su se stesso, oltre che su gli altri.

Qualità essenziali di questo lavoro sono la costanza e la disciplina individuale in ogni aspetto della vita.
All’atleta impegnato in competizioni agonistiche occorrono continui stimoli per generare la rabbia del vincente.
“La mente  è il vero atleta che è in noi”.

Loading